Avvertenze stampa

Avvertenza!

La stampa di questo contenuto dal sito web non costituisce copia autentica.

L'efficacia probatoria del documento informatico è disposto dell'art. 21 del CAD: "1. Il documento informatico, cui è a pposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualit&agrav; sicurezza, integrità e immodificabilità ... [...]"

La validità del documento sul sito web è garantito dal certificato crittografico di firma presente in tutte le pagine web. Ogni volta che avviene una conversione di forma (esportazione, stampa della pagina, copia del testo, ecc) il documento risultate non è più firmato, quindi, tutte le copie perdono ogni validità legale.

Le copie non hanno alcun carattere di ufficialità o validità legale, per diffondere informazioni pubblicate sul sito web si può procedere in due modi:

  1. diffondere e/o memorizzare l'url del contenuto che si intende salvare;
  2. un notaio può rilasciare la copia conforme di una pagina web, infatti, tale operazione deve essere adattata alla tipica attività notarile di rilasci o di copie, individuando gli elementi caratterizzanti tale tipologia di documento informatico dal punto di vista della sua realtà fenomenica.

Viaggio d’istruzione a Pizzo Calabro

UNA SCOPERTA INTERESSANTE

Le classi della 5 A/B del plesso Carretta di San Ferdinando, la 5 A del plesso Bosco e le 5 C/D  del plesso Marvasi di Rosarno nei giorni 9 e 16 dicembre hanno effettuato​ una visita alla filiera del tonno Callipo, alla splendida chiesetta di Piedigrotta, al castello di Gioacchino Murat e al Duomo. Il viaggio è stato un successo sia dal punto di vista relazionale che per la conoscenza del patrimonio culturale storico artistico del nostro territorio. Gli alunni del plesso Carretta inoltre hanno fatto un’interessante scoperta durante la visita al castello; nalla ricostruzione storica del processo a Murat dentro la  sala dove si svolse il processo, l'alto ufficiale incaricato di nominare la corte militare che condannò a morte l’ex re, era il generale Vito Nunziante, il fondatore di San  Ferdinando.     

 

Ordine Scolastico: 
Primaria

Commenti