Avvertenze stampa

Avvertenza!

La stampa di questo contenuto dal sito web non costituisce copia autentica.

L'efficacia probatoria del documento informatico è disposto dell'art. 21 del CAD: "1. Il documento informatico, cui è a pposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualit&agrav; sicurezza, integrità e immodificabilità ... [...]"

La validità del documento sul sito web è garantito dal certificato crittografico di firma presente in tutte le pagine web. Ogni volta che avviene una conversione di forma (esportazione, stampa della pagina, copia del testo, ecc) il documento risultate non è più firmato, quindi, tutte le copie perdono ogni validità legale.

Le copie non hanno alcun carattere di ufficialità o validità legale, per diffondere informazioni pubblicate sul sito web si può procedere in due modi:

  1. diffondere e/o memorizzare l'url del contenuto che si intende salvare;
  2. un notaio può rilasciare la copia conforme di una pagina web, infatti, tale operazione deve essere adattata alla tipica attività notarile di rilasci o di copie, individuando gli elementi caratterizzanti tale tipologia di documento informatico dal punto di vista della sua realtà fenomenica.

Scienze

Studiare il sistema nervoso vuol dire, soprattutto, far capire ai ragazzi quali danni fisici e psichici possono arrecare i suoi nemici, cioè sostanze nocive come droghe, fumo, alcool. Fondamentale è, sicuramente, la prevenzione, in quanto contribuisce a salvare molte vite umane. Dobbiamo, dunque, insegnare ai nostri ragazzi ad avere cura del proprio corpo, non solo dal punto di vista estetico perché sia bello, ma soprattutto sano, attraverso l’adozione di corretti stili di vita.

I repentini cambiamenti ambientali del nostro tempo, la consapevolezza che l’ambiente non può essere considerato uno spazio illimitato e che le risorse del pianeta non sono infinite porta alla necessità di far nascere o di incrementare nei ragazzi una coscienza ecologica. Ciò significa prendere coscienza della necessità di modificare la relazione uomo-natura al fine di diventare cittadini consapevoli e responsabili nei confronti di sé e dell’intera comunità.

Dopo aver studiato i pesci, i bambini hanno svolto un'altra attività laboratoriale divertente  utilizzando, come sempre, materiare di riciclo e riuso.

É necessario stimolare nei ragazzi, soprattutto in età evolutiva, atteggiamenti e competenze sociali utili a contrastare le pressioni dell' ambiente circostante a favore del fumo. Questo lavoro è stato realizzato dall' alunna Saturnino Giada della IIA della scuola secondaria di primo grado per... non mandare la propria vita in fumo!

Tra le “malattie del benessere”, quelle cardiovascolari ed altre ad esse correlate sono in continuo aumento. Questa attività completa il percorso di educazione alimentare affrontato dagli alunni della 2^ A, arricchisce le conoscenze e si propone di rendere consapevoli i ragazzi, adulti di domani, dell’importanza della propria salute, un bene che dipende anche da noi e dai nostri comportamenti attivi.

​SAN FERDINANDO - Ogni anno aumenta la percentuale di adolescenti affetti da queste malattie. Pensieri, parole, animi stanchi, aridi. Ma anche voglia di riscatto, di respiro, di vita. Un percorso formativo, affrontato dagli allievi della 2^ A della scuola sec di 1° "M. Vizzone", per essere consapevoli e poter scegliere la libertà.

L'attività progettuale sul riciclo nasce dall’esigenza di radicare nella cultura delle nuove generazioni la consapevolezza che l’ambiente è un bene fondamentale che va assolutamente tutelato

Pertanto si cerca di  proporre ai bambini uno stile di vita nuovo, che consenta di superare consumi talvolta eccessivi di oggi, che ci portano a sprecare molto di quello che abbiamo.

L'itinerario educativo- didattico muove dalla naturale curiosità del bambino riguardo l'ambiente che lo circonda , attraverso l'esplorazione guidata e la continua scoperta,

Studiando l'orografia dell'Italia e in particolare l'area appenninica, i bambini hanno imparato che nella nostra penisola ci sono molti vulcani, alcuni dei quali attivi.

Incuriositi da queste montagne particolari, abbiamo  riprodotto dei piccoli vulcani e, utilizzando semplicemente​ bicarbonato, aceto e colorante, gli alunni della classe IV A hanno simulato la fuoriuscita della lava dal cratere e larelativa colata lungo i fianchi del vulcano.